GLI EREDI

CHI SONO GLI EREDI?

Le disposizioni testamentarie attribuiscono la qualità di erede se comprendono tutti i beni del testatore o una quota di essi.

Esiste anche l’istituzione di erede “ex re certa” che si ha quando viene attribuita la proprietà di un unico bene, ma di valore importante rispetto all’asse ereditario, che viene assegnato “come quota” perchè pur essendo un unico bene rappresenta una quota dell’eredità.

Caso tipico è quello del testatore che possiede una casa, i mobili che lo corredano e pochi risparmi, e che con il testamento dispone: “lascio la casa a mio figlio Caio”.

Posted in eredità, testamento | Tagged , , | Leave a comment

CHI PUO’ FARE TESTAMENTO?

CHI PUO’ FARE TESTAMENTO? E QUANDO NON E’ POSSIBILE?

Può disporre per testamento chi è maggiorenne, capace di intendere e di volere ed in grado di fare una valutazione libera e cosciente delle proprie ultime volontà.

Non possono pertanto fare testamento coloro che sono minorenni, gli interdetti per infermità di mente e coloro che siano comunque, anche temporanemente, incapaci di intendere e di volere.

Quando si verifica uno di questi casi, il testamento può essere impugnato da chiunque ne abbia interesse entro 5 anni dall’esecuzione delle disposizioni testamentarie contenute nell’atto affetto da annullabilità.

Infatti, il testamento, concepito come veicolo delle disposizioni in esso contenute, può essere considerato annullabile:

Posted in testamento, testamento olografo | Tagged , | Leave a comment

L’ACCETTAZIONE DELL’EREDITA’

L’ACCETTAZIONE E’ IL NECESSARIO PASSAGGIO PER DIVENIRE EREDE

Il dettame dell’art. 459 del codice civile dispone che l’eredità si acquista solo con l’accettazione.

Essa produce i suoi effetti retroattivamente dal momento in cui si è aperta la successione, ovvero dal momento della morte del de cuius. Bisogna perciò sempre distinguere il diritto di accettare l’eredità, ovvero il diritto di diventare erede, dallo specifico negozio di accettazione.


I due sono strettamente connessi e l’uno è il presupposto dell’altro: il diritto di accettare l’eredità nasce in capo ai soggetti chiamati all’eredità (testamentaria o legittima che sia) sin dal momento della apertura della successione e si prescrive in dieci anni dal giorno dell’apertura della successione.

Posted in eredità, testamento | Tagged , , , , | Leave a comment