IL TESTAMENTO OLOGRAFO

Il testamento olografo è il modo più diretto, semplice, non costoso e pratico per esprimere le proprie volontà, non  necessità né del Notaio né di testimoni.

Per questi motivi è il tipo di testamento più diffuso e più usato. Esso deve contenere le volontà del testatore, espresse liberamente, senza cioè dover rispettare particolari formule.

La legge impone che il testamento debba però avere un requisito formale obbligatorio, che serve a garantire proprio coloui che esprime le sue ultime volontà: il testamento olografo deve essere scritto, datato e sottoscritto di pugno dal testatore.

Questo perchè il testamento produrrà i suoi effetti solo dopo la morte di colui che lo ha scritto, ed è perciò necessario che dal documento si possano comprendere con certezza le effettive volontà del testatore.


Art. 602

Testamento olografo

Il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore. La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore.
La data deve contenere l’indicazione del giorno, mese e anno. La prova della non verità della data è ammessa soltanto quando si tratta di giudicare della capacità del testatore, della priorità di data tra più testamenti o di altra questione da decidersi in base al tempo del testamento.

Art. 684

Distruzione del testamento olografo

Il testamento olografo distrutto, lacerato o cancellato, in tutto o in parte, si considera in tutto o in parte revocato, a meno che si provi che fu distrutto, lacerato o cancellato da persona diversa dal testatore, ovvero si provi che il testatore non ebbe l’intenzione di revocarlo.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in testamento, testamento olografo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*